Home » Internet » Installare software spia nell’iPhone ed effettuare il JailBreak senza computer

Installare software spia nell’iPhone ed effettuare il JailBreak senza computer

In passato, gli smanettoni che acquistavano iPhone, come prima cosa effettuavano il JailBreak. Per chi non lo sapesse, il JB è una procedura che permette di “sbloccare” un iPhone (o iPad) al fine di poter installare App di terze parti all’interno di Store non ufficiali e di attivare utili funzioni. Come ben saprete, infatti, Apple permette l’installazione di applicazioni esclusivamente mediante l’App Store e non da parte di siti Web o altre fonti (tutto ciò per una questione di sicurezza, in quanto le app presenti sullo Store ufficiale vengono minuziosamente controllate prima della messa a disposizione del pubblico).
Per effettuare il JailBreak, negli anni, le tecniche sono state molteplici e spesso sono cambiate in base agli exploit che venivano rilasciati. Quello che oggi voglio mostrarvi, però, non è il classico exploit da avviare sul proprio computer, ma una piccola scatolina metallica (che è possibile costruire anche in casa) in grado di permettere l’installazione del JB in qualsiasi luogo, avendo semplicemente a disposizione un cavo di connessione per l’iPhone.
Vi lascio prima di tutto al video dimostrativo, prima di approfondire la questione.

L’autore di questa piccola invenzione, che prende il nome di “Ra1nbox“, è l’utente Reddit FIdelity88​, il quale ha pubblicato qui la sua creazione. Di Ra1nbox esiste anche il sito Web ufficiale, consultabile qui, dove potrete trovare non soltanto la possibilità di acquistare questo simpatico oggettino pronto all’uso, ma anche le istruzioni per produrvi in casa questo hack, partendo dai file .stl da stampare in 3D, i componenti da acquistare ed il codice sorgente da utilizzare.

Il costo? 125 Euro, più spese di spedizione. Forse, conviene quasi quasi acquistare Ra1nbox già pronto e funzionante all’uso. Nel caso in cui vogliate smanettare un po’ con la tecnologia, invece, è a disposizione sia l’elenco completo dei componenti necessari, sia lo “starter kit” ad un costo di 55 Euro. Il componente principale è un NanoPi Neo2 ed un piccolo monitor OLED. Se volete risparmiare ulteriormente, sempre sul sito ufficiale, sono disponibili i link verso Aliexpress, se non avete fretta (considerate infatti che saranno necessari 30 – 50 giorni per ricevere la merce, in quel caso).

Il lato oscuro di Ra1nBox

Ma a cosa potrebbe servire questo dispositivo? Ovviamente, guarda un po’, ad effettuare il JailBreak senza l’uso del computer, ma c’è di più, in realtà, per quanto non sia propriamente specificato.
Abbiamo detto, infatti, che dopo il JB è possibile installare qualsiasi tipologia di App non verificata da parte del team di Apple. E bene, secondo voi, cosa accadrebbe se dopo il JailBreak, questa macchinetta installasse automaticamente un software spia all’interno dell’iPhone al quale viene collegato?

Immaginatevi di farvi prestare il telefono, collegarlo al cavo di ricarica ed in pochi secondi ottenere per sempre l’accesso a quel telefono. Abbastanza inquietante, vero? E se al posto di una scatolina metallica come quella in video, i componenti fossero nascosti all’interno di qualche altro dispositivo ancora meno sospettoso? Magari in una colonnina di ricarica pubblica? Centinaia di telefoni potrebbero essere infettati ogni giorno.

Powered by WPeMatico

admin