Home » Internet » Deep Web: cos’è e come entrare

Deep Web: cos’è e come entrare

Si sente spesso parlare di Deep Web e Dark Web, ma cos’è e come entrare? Il Deep Web è quella parte del Web nascosto, in cui è facile imbattersi in servizi e prodotti non del tutto leciti (come, ad esempio, la vendita di documenti falsi), ma si possono trovare anche attività del tutto lecite. Entrare nel Deep Web (Dark Web) è molto semplice: basta infatti collegarsi alla rete anonimizzata TOR, utilizzando un apposito browser, completamente gratuito e legale.

Cos’è il Deep Web/Dark Web

Il Deep Web (chiamato anche Dark Web, anche se le due cose sono leggermente differenti) è una parte del Web “sommerso”, a cui si può accedere esclusivamente mediante il collegamento ad una rete anonimizzata chiamata TOR (The Onion Router). In realtà, Deep Web e Dark Web hanno un significato differente, anche se spesso vengono confusi o utilizzati per indicare la stessa cosa. Proviamo a capire meglio di cosa stiamo parlando con l’infografica che qui sotto vi riporto.

Deep Web e Dark Web

Quello che viene generalmente chiamato “Surface Web”, è quello che tutti noi conosciamo e qui, non mi soffermo. Abbiamo poi il Deep Web, che in realtà è quello formato da una serie di informazioni di determinate realtà, alle quali spesso ci si può collegare mediante VPN e sistemi similari, al fine di proteggere le informazioni che vi sono. Dopodichè, abbiamo il Dark Web, quella parte che abbiamo definito “nascosta”, alla quale, anche in questo caso, vi si accede mediante una connessione particolare. In poche parole, è impossibile trovare i siti Web presenti nel Dark Web (ma anche nel Deep Web, in realtà), semplicemente aprendo il vostro browser preferito.
Esistono delle stime, che in realtà sono visibili anche nell’infografica qui sopra, secondo cui il Web visibile sarebbe composto solo tra il 5 ed il 10% dell’intero Web. Difficile dare dei numeri, ma sicuramente non siamo lontani dalla realtà.

 

Entrare nel Deep Web

Come già detto, entrare nel Deep Web (Dark Web) è un’operazione abbastanza semplice ed alla portata di chiunque. Per entrare nel Dark Web, è sufficiente scaricare il browser TOR, il quale, una volta avviato, vi collegherà automaticamente alla rete TOR. A questo punto, vi ritroverete già sulla parte nascosta del Web.
La vera difficoltà, per così dire, è riuscire a trovare i siti: non esistono infatti i motori di ricerca come noi gli conosciamo sul Surface Web. O meglio, qualcosa esiste, ma i risultati sono davvero pessimi e la maggior parte dei link che vengono proposti non funzionano da molto tempo. Una particolarità del Deep Web/Dark Web è infatti quella per cui i contenuti nascono i muoiono nell’arco di pochi giorni. Non è difficile visitare un sito Web che il giorno dopo è stato spostato o che semplicemente non esiste più.

Tor Browser

Entrare nel Deep Web da smartphone

Nel paragrafo precedente abbiamo dato abbastanza per scontato che per entrare nel Dark Web si utilizzi un computer. In realtà, esiste la possibilità di utilizzare lo smartphone, anche se non è tra le esperienze più “user friendly” che si possa avere. Per dovere di completezza, però, vediamo anche questo specifico caso.
Per quanto riguarda i dispositivi Apple (quindi iPhone ed iPad), è disponibile l’App “Onion Browser“. Vi basterà scaricarla per essere immediatamente collegati alla rete TOR, con lo specifico browser, esattamente come accadrebbe da computer.
Per Android, la situazione è analoga: vi basterà scaricare l’App “Tor Browser“, per ritrovarvi collegati al Deep Web in pochi istanti.

Come trovare siti nel Deep Web & Dark Web?

Come trovare quindi un sito all’interno del Deep Web? La risorsa principale da tenere sotto controllo è il progetto Hidden Wiki (http://7g5bqm7htspqauum.onion/). Si tratta di una sorta di “Wikipedia” in cui vengono catalogati tutti i siti Web presenti sulla rete TOR ed ai quali spesso viene associato un commento ufficiale, al fine di mettere in guardia da eventuali truffe (scam), di cui il Deep Web è pieno.
Esiste anche un sito Web, presente nella parte visibile, e quindi raggiungibile con qualsiasi browser, che elenca i principali domini del Deep Web: Onion.live, in cui vantaggio è anche quello di segnalare se un sito web è online o meno.
Noterai che tutti gli URL della rete TOR terminano con .onion; le famose estensioni di dominio che tutti noi conosciamo (.com; .it; .org; etc…) non esistono. E se provate a visitare un indirizzo .onion dal vostro browser, sappiate che riceverete un errore e niente di più

Hidden Wiki in TOR

Il Deep Web è legale?

Assolutamente sì! Come ogni cosa, dipende come viene utilizzata. Di per se, collegarsi al Deep Web o visitare addirittura il Dark Web non è un illecito. Il progetto TOR nasce proprio per garantire la libertà dell’accesso ad Internet, ed anzi, è un sistema utilizzato in moltissimi paesi in cui il Governo non permette un libero accesso alle informazioni ed alle comunicazioni. Rendendo però la navigazione anonima, ben presto si è prestato, questo sistema, ad essere sfruttato anche dai criminali e truffatori di tutto il mondo.

L’articolo Deep Web: cos’è e come entrare proviene da Luca Mercatanti.

Powered by WPeMatico

admin