Home » Apple » iOS 14: il portachiavi iCloud ora avvisa gli utenti su password trapelate e altro

iOS 14: il portachiavi iCloud ora avvisa gli utenti su password trapelate e altro

iOS 14: il portachiavi iCloud ora avvisa gli utenti su password trapelate e altro

Oltre alla schermata Home riprogettata con widget, Libreria app e funzionalità come Car Key, iOS 14 e iPadOS 14 offrono importanti miglioramenti al portachiavi iCloud.

Per chi non dovesse avere familiarità con il portachiavi iCloud, lo strumento memorizza e sincronizza tutte le nostre password da diversi siti Web e app tramite iCloud. Gli utenti possono accedere al portachiavi iCloud con un iPhone o iPad aprendo l’app Impostazioni e quindi toccando il menu Password.

Con iOS 14, Apple offre un nuovo menu “Suggerimenti di sicurezza” che mostra solo le password che potrebbero mettere a rischio i nostri account per qualche motivo. Ciò include password facili da indovinare e anche quelle che potrebbero essere trapelate sul Web.

Il portachiavi iCloud ora chiarisce qual è il problema con la password per ogni account specifico, così gli utenti possono saperne di più sulla creazione di password più forti. Alcune di queste funzionalità erano già presenti in iOS 13, ma non erano messe in evidenza come in iOS 14.

Ecco alcuni esempi di avvisi di sicurezza forniti dal portachiavi iCloud su iOS 14:

  • Molte persone usano questa password, il che la rende facile da indovinare.
  • Questa password è facile da indovinare.
  • Questa password utilizza una sequenza, “123“. L’uso di schemi comuni rende le password facili da indovinare.

C’è in particolare un nuovo avviso che è anche uno dei più importanti per gli utenti. Secondo Apple, il portachiavi iCloud ora verifica se le nostre password sono coinvolte in una violazione dei dati. Questo è importante non solo per consentire di modificare immediatamente la password, ma anche per conoscere quali altri account potrebbero essere interessati se si utilizza la stessa password.

Ecco come l’azienda descrive la funzione, che è presente anche su macOS Big Sur:

Safari monitora in modo sicuro le password salvate, tenendo automaticamente d’occhio le password che potrebbero essere state coinvolte in una violazione dei dati. Per fare ciò, Safari utilizza solide tecniche crittografiche per controllare regolarmente le derivazioni delle password rispetto ad un elenco di password violate in modo sicuro e privato che non rivela le informazioni sulla password, nemmeno ad Apple. Se Safari rileva una violazione, può aiutarti a eseguire l’aggiornamento ad Accedi con Apple quando disponibile o generare automaticamente una nuova password sicura.

Oltre ai miglioramenti del portachiavi iCloud, Apple ha annunciato un progetto open source per aiutare gli sviluppatori a supportare password complesse compatibili con i siti Web più diffusi. La società sta inoltre aggiungendo il supporto Touch ID e Face ID in Safari tramite l’API Web Authentication.

Powered by WPeMatico

admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.