Home » Apple » Parler, tra meno di 24 ore potrebbe essere rimosso dall’App Store

Parler, tra meno di 24 ore potrebbe essere rimosso dall’App Store

Parler, tra meno di 24 ore potrebbe essere rimosso dall’App Store

Secondo quanto riferito, Apple ha minacciato di rimuovere Parler dall’App Store, affermando che gli sviluppatori della piattaforma non sono riusciti a moderare i contenuti che hanno incitato l’assalto al Campidoglio di mercoledì.

La società ha concesso 24 ore di tempo a Parler per implementare un piano di moderazione completo e rimuovere contenuti discutibili. Nell’e-mail inviata agli sviluppatori dell’app, Apple ha affermato di aver ricevuto lamentele secondo cui l’app era stata utilizzata dai sostenitori del presidente Donald Trump per pianificare e coordinare l’infiltrazione al Campidoglio. Il colosso di Cupertino afferma ch Parler viola i contenuti discutibili e le linee guida sui contenuti generati dagli utenti.

Di seguito, l’e-mail completa inviata da Apple:

Richiediamo la tua attenzione immediata in merito a gravi violazioni delle linee guida dell’App Store che abbiamo riscontrato con la tua app, Parler.

Abbiamo ricevuto numerosi reclami relativi a contenuti discutibili nel tuo servizio Parler, accuse secondo cui l’app è stata utilizzata per pianificare, coordinare e facilitare le attività illegali a Washington DC il 6 gennaio 2021 che hanno portato (tra le altre cose) alla morte, numerosi feriti e la distruzione di proprietà. Inoltre, sembra che l’app continui a essere utilizzata per pianificare e facilitare ulteriori attività illegali e pericolose.

La nostra indagine ha rilevato che Parler non sta effettivamente moderando e rimuovendo contenuti che incoraggiano attività illegali e rappresentano un serio rischio per la salute e la sicurezza degli utenti in diretta violazione dei propri termini di servizio.

Vogliamo essere chiari sul fatto che Parler è in realtà responsabile di tutti i contenuti generati dagli utenti presenti sul tuo servizio e di garantire che questo contenuto soddisfi i requisiti dell’App Store per la sicurezza e la protezione dei nostri utenti. Non distribuiremo app che presentano contenuti pericolosi e dannosi.

Parler si autodefinisce una piattaforma per la libertà di parola e ha raccolto una grande base di utenti di estrema destra bannati da altri servizi come Facebook. Negli ultimi mesi, l’app si è rovinata la reputazione per aver ospitato estremisti di estrema destra, teorici della cospirazione e persone che chiedono proteste e violenze sulla scia delle elezioni presidenziali statunitensi.

Il CEO di Parler John Matze ha dichiarato sul social network che la piattaforma non “cederà alle aziende politicamente motivate e agli autoritari che odiano la libertà di parola”.

Nel frattempo, Google ha rimosso Parler dal Play Store.

Powered by WPeMatico

admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.