Home » Apple » Le migliori Notizie della settimana: iOS 14, iPadOS 14, macOS 11, watchOS 7 e altro

Le migliori Notizie della settimana: iOS 14, iPadOS 14, macOS 11, watchOS 7 e altro

Le migliori Notizie della settimana: iOS 14, iPadOS 14, macOS 11, watchOS 7 e altro

HomePod oBentrovati con il consueto appuntamento di iSpazio Best of the Week, rubrica in cui andiamo a riassumere le migliori notizie della settimana.

Nella Best of the Week di oggi:

  • iOS 14
  • iPadOS 14
  • macOS Big Sur
  • watchOS 7
  • Apple annuncia la transizione dei Mac ai chip ARM
  • Il nuovo aggiornamento di AirPods Pro porta nuove funzionalità alle cuffie
  • Apple potrebbe non includere il caricabatterie nella confezione di iPhone 12 | Rumor
  • iPhone 12 Pro e Pro Max con display a 120Hz | Rumor

iOS 14

Lunedì, Apple ha svelato l’anteprima di iOS 14, introducendo l’aggiornamento più importante di sempre per la Home Screen con widget dal nuovo design e l’App Library, un nuovo modo per accedere all’App Store con App Clips, importanti novità per Messaggi e tanto altro.

Dai un’occhiata al nostro video qui sotto per conoscere tutte le novità di iOS 14.

La beta 1 di iOS 14 è disponibile dal 22 Giugno soltanto per gli sviluppatori registrati al programma Apple attraverso il sito developers.apple.com.

La prima beta pubblica per gli utenti che desiderano provarlo in anticipo, sarà disponibile da Luglio attraverso il sito beta.apple.com

Su quali dispositivi si può installare iOS 14?

  • iPhone 11
  • iPhone 11 Pro
  • iPhone 11 Pro Max
  • iPhone XS
  • iPhone XS‌ Max
  • iPhone XR
  • ‌iPhone‌ X
  • ‌iPhone‌ 8 e ‌iPhone‌ 8 Plus
  • ‌iPhone‌ 7 e 7 Plus
  • ‌iPhone SE‌ (prima generazione)
  • ‌iPhone SE‌ (seconda generazione)
  • ‌iPhone‌ 6s e 6s Plus
  • iPod touch (settima generazione)

iPadOS 14

Durante il keynote della WWDC20, Apple ha presentato iPadOS 14, che presenta nuove funzionalità di interfaccia per le app stock, una nuova interfaccia utente per le chiamate in arrivo e gli stessi widget riprogettati di iOS 14.

La società ha apportato miglioramenti su tutta la linea. Ciò include le modifiche all’app Foto. Apple semplifica la navigazione e l’organizzazione, con una nuovissima barra laterale all’interno dell’app stock. Questo porta tutte le “funzionalità di base” dell’app solo nella barra laterale facilmente accessibile. Semplifica la navigazione e l’organizzazione delle foto, facilitando il rilascio di una o più foto in una cartella.

Anche su File arriva la nuova barra laterale, semplificando l’esperienza, così come su Calendario.

In iPadOS 14, l‘uso dei widget è limitato alla barra laterale Visualizzazione oggi che appare solo sulla prima schermata delle app quando si visualizza in modalità orizzontale. Se visualizzati in modalità verticale, i widget scompaiono insieme alla visualizzazione Oggi e le app dell’utente vengono riorganizzate automaticamente nella tipica griglia per riempire lo schermo.

Su quali dispositivi si può installare iPadOS 14?

  • iPad Pro 12.9 pollici (4ᵃ generazione)
  • iPad Pro 11 pollici (2ᵃ generazione)
  • iPad Pro 12.9 pollici (3ᵃ generazione)
  • iPad Pro 11 pollici (1ᵃ generazione)
  • iPad Pro 12.9 pollici (2ᵃ generazione)
  • iPad Pro 12.9 pollici (1ᵃ generazione)
  • iPad Pro 10.5 pollici
  • iPad Pro 9.7 pollici
  • iPad (7ᵃ generazione)
  • iPad (6ᵃ generazione)
  • iPad (5ᵃ generazione)
  • iPad mini (5ᵃ generazione)
  • iPad mini 4
  • iPad Air (3ᵃ generazione)
  • iPad Air 2

Per tutte le altre novità di iPadOS 14, date un’occhiata al nostro articolo completo.

macOS Big Sur

Apple ha presentato in anteprima macOS Big Sur, la nuova versione del sistema operativo più evoluto al mondo, con un design tutto nuovo ma sempre intuitivo e familiare.

Include grandi novità per Safari, tra cui una pagina iniziale personalizzabile, pannelli più eleganti e versatili, una funzione di traduzione semplice e veloce, e il nuovo Privacy Report.

macOS Big Sur introduce anche nuove icone che sostanzialmente sono ancora flat nello stile ma con l’aggiunta di ombreggiature che creano uno stile differente e che sembra totalmente nuovo. Noi di iSpazio, abbiamo creato un concept per mostrarvi come potrebbe apparire il design su iOS 14.

Mac compatibili con macOS Big Sur:

  • MacBook 2015 e successivi
  • MacBook Air 2013 e successivi
  • MacBook Pro metà 2013 e successivi
  • iMac 2014 e successivi
  • iMac Pro 2017 e successivi
  • Mac mini 2014 e successivi
  • Mac Pro 2013 e successivi

I seguenti modelli in grado di eseguire macOS Catalina non potranno essere aggiornati a macOS Big Sur:

  • MacBook Pro 2012 e inizio 2013
  • MacBook Air 2012
  • iMac 2012 e 2013
  • Mac mini 2012

Per conoscere tutte le novità di macOS Big Sur 11, vi invitiamo a dare un’occhiata al nostro articolo completo.

watchOS 7

Alla WWDC20, Apple ha anche presentato in anteprima watchOS 7, che porta sullo smartwatch più evoluto al mondo nuovi strumenti di personalizzazione e nuove potenti funzioni per la salute e il fitness.

Tra le novità più rilevanti troviamo il monitoraggio del sonno e del lavaggio delle mani.

Sonno

Con watchOS 7, Apple Watch permette agli utenti di monitorare il sonno con un approccio olistico, grazie a utili strumenti che aiutano a dormire le giuste ore, andare a letto con regolarità e creare una routine preparatoria per raggiungere gli obiettivi di sonno desiderati. L’accelerometro dell’orologio rileva i micro-movimenti dovuti alla respirazione nel sonno consentendo a Apple Watch di capire in modo intelligente quando e per quanto tempo l’utente dorme ogni notte. Al mattino, l’utente vedrà i dati relativi alla notte precedente con anche i periodi di veglia e di sonno, e un grafico che mostra il trend settimanale del sonno.

Rilevamento automatico del lavaggio delle mani

Lavarsi bene le mani per almeno 20 secondi può aiutare a prevenire la diffusione delle malattie. E Apple Watch fa la sua parte anche in questo ambito, offrendo un’innovazione mai vista su un dispositivo indossabile: grazie ai sensori di movimento, al microfono e all’apprendimento automatico integrati nell’orologio, rileva in automatico i movimenti e i suoni tipici di questa attività. Fa quindi partire un timer di 20 secondi e, se l’utente termina in anticipo, lo invita a continuare. Apple Watch può anche ricordare all’utente di lavarsi le mani quando rientra a casa.

Come attivare il rilevamento automatico del lavaggio delle mani

Per attivare la funzione, per prima cosa assicuriamoci di avere installato watchOS 7 beta 1 sul nostro Apple Watch. Successivamente, andiamo su Impostazioni> Handwashing.

Adesso, dovremo attivare il timer che consentirà all’Apple Watch avviare un timer di 20 secondi quando rileva l’inizio dell’attività.

Infine, dovremo attivare anche i feedback aptici, per far si che il dispositivo ci invii un segnale (una vibrazione) alla fine dei 20 secondi.

In aggiunta, gli utenti di Apple Watch saranno in grado di eseguire comandi rapidi sul proprio dispositivo senza un iPhone collegato una volta che watchOS 7 sarà rilasciato.

Ecco la lista dei dispositivi che supporteranno watchOS 7:

  • Apple Watch Series 3
  • Apple Watch Series 4
  • Apple Watch Series 5

Date un’occhiata al nostro articolo dedicato per scoprire tutte le novità del nuovo aggiornamento.

Apple annuncia la transizione dei Mac ai chip ARM

In una giornata storica per il Mac, Apple ha annunciato che passerà dai processori Intel al suo silicio personalizzato di livello mondiale per offrire prestazioni leader del settore e nuove potenti tecnologie ai suoi Mac.

Gli sviluppatori possono iniziare ad aggiornare le loro app per sfruttare le funzionalità avanzate dell’Apple silicon sul Mac. Questa transizione stabilirà anche un’architettura comune su tutti i prodotti Apple, rendendo molto più facile per gli sviluppatori scrivere e ottimizzare le loro app per l’intero ecosistema.

In un nuovo video, Apple ha mostrato un nuovo sistema per accedere alle opzioni di ripristino e sicurezza di macOS che troveremo sui Mac Apple Silicon. In particolare, ciò comporterà alcune modifiche all’esperienza, tra cui una nuova schermata delle opzioni di ripristino macOS, nonché la deprecazione della modalità disco di destinazione.

In una sessione della WWDC intitolata “Esplora la nuova architettura di sistema dei Mac Apple Silicon, Apple ha spiegato che saremo in grado di accedere alle opzioni di ripristino di macOS semplicemente tenendo premuto il pulsante di accensione all’avvio del Mac. Come possiamo vedere nell’immagine sotto, questo presenterà una schermata che ci permetterà di accedere ad ulteriori opzioni di recupero, avviare normalmente il sistema, spegnere e riavviare.

Apple sta anche sostituendo la Modalità disco di destinazione, che viene utilizzata per trasferire dati tra due Mac, con quella che viene chiamata Modalità di condivisione Mac. La nuova modalità trasforma il sistema in un server di condivisione file SMB, fornendo a un altro Mac l’accesso ai dati dell’utente. Per accedere al servizio è richiesta l’autenticazione dell’utente.

Infine, Startup Disk è una nuova funzionalità che consente all’utente di selezionare diverse modalità di sicurezza per i volumi di avvio. La sicurezza completa, abilitata per impostazione predefinita, offre la stessa sicurezza utilizzata dai dispositivi iOS di Apple e consente agli utenti di eseguire l’avvio da un disco esterno senza ridurre la sicurezza del sistema.

Il nuovo aggiornamento di AirPods Pro, porta nuove funzionalità alle cuffie

Apple ha annunciato che le AirPods otterranno alcune nuove funzionalità basate su software, incluso il passaggio automatico tra dispositivi come iPhone, iPad e Mac.

Con iOS 14, le AirPods si connetteranno automaticamente al dispositivo che stiamo attualmente utilizzando.

Gli AirPods Pro di fascia alta ottengono una nuova funzione chiamata “audio spaziale” che promette di offrire un’esperienza di suono surround coinvolgente, simile a quella di un cinema o di un home theater.

L’audio spaziale per AirPods Pro è un’esperienza surround simulata attraverso gli auricolari, che utilizza algoritmi audio direzionali, il giroscopio e l’accelerometro. L’audio spaziale si attiverà automaticamente quando si guardano contenuti con tracce audio surround Dolby 5.1 o 7.1.

Per un’esperienza audio surround autentica, il campo sonoro deve rimanere fisso anche quando muovi la testa. Gli AirPods saranno in grado di utilizzare l’accelerometro incorporato per tracciare il movimento della testa, rimappando il campo sonoro in modo che rimanga ancorato al dispositivo anche mentre la testa si muove o quando l’autobus su cui stai guidando gira l’angolo.

Apple ha aggiornato il firmware delle AirPods Pro alla versione 2D27, che aggiunge la nuova funzione audio spaziale” alla sue cuffie true wireless.

Su YouTube è disponibile un nuovo video che ci permetterà di testare la nuova funzionalità ma, prima di provare, assicuriamoci di aver installato l’ultimo firmware sulle nostre AirPods Pro.

Apple potrebbe non includere il caricabatterie nella confezione di iPhone 12 | Rumor

Apple dovrebbe rilasciare quattro nuovi modelli di iPhone 12entro la fine dell’anno e, in anticipo, gli analisti della banca britannica Barclays, hanno delineato le loro aspettative per i dispositivi sulla base di discussioni con diversi fornitori della società.

In una nuova nota di ricerca, gli analisti di Barclays hanno affermato che i modelli di iPhone 12 non includeranno EarPods nella confezione, in linea con una previsione condivisa da Ming-Chi Kuo il mese scorso. Stranamente, gli analisti hanno anche sentito che i modelli di iPhone 12 potrebbero essere venduti senza un adattatore di alimentazione, lasciando solo un cavo da USB-C a Lightning nella confezione.

All’inizio di questa settimana, il leakerMr. White ha condiviso le foto di un adattatore di alimentazione da 20 W che ha suggerito sarà incluso con i modelli di iPhone 12, il che chiaramente contraddice ciò che gli analisti di Barclays stanno affermando.

iPhone 12 Pro e Pro Max con display a 120Hz | Rumor

Secondo un affidabile leaker, i prossimi modelli di iPhone 12 eiPhone 12 Pro Max presenteranno display in grado di frequenze di aggiornamento fino a 120Hz.

In aggiunta, alcuni utenti che hanno installato la versione beta di iOS 14, hanno trovato un’impostazione di accessibilità che limita la frequenza dei fotogrammi del dispositivo a 60 fotogrammi al secondo. L’impostazione, che non appare per tutti gli utenti beta, suggerisce che i futuri iPhone potrebbero essere in grado di frame rate più alti.

Apple utilizza già la tecnologia a frequenza di aggiornamento variabile nei suoi modelli di iPad Pro, ma utilizza ancora pannelli LCD anziché OLED. Portarlo a una nuova generazione di iPhone OLED aumenterebbe ulteriormente la barra delle prestazioni dello smartphone.

La società commercializza la tecnologia esclusiva per iPad Pro con il moniker “ProMotion“, che afferma di adattare dinamicamente il display al movimento dei contenuti per uno scorrimento fluido, una maggiore reattività e un movimento più fluido.

Powered by WPeMatico

admin

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.